Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

Presentazione

  • : Blog di claude3
  • : Qualche notizia su sport e tempo libero!!!
  • Contatti
12 ottobre 2011 3 12 /10 /ottobre /2011 17:43

Antonio Cassano ne fa un'altra delle sue.

Questa volta però, non è una delle sue solite "cassanate" a far discutere, ma le sue ultime dichiarazioni!

Ha deciso di smettere di giocare a calcio tra 3- 4 anni, quando avrà più o meno 33 anni, per dedicarsi alla sua famiglia!

Non è tanto questa sua prospettiva di vita che fa discutere, quanto le sue motivazioni, che lo porterebbero ad abbandonare lo sport che lo ha reso famoso e soprattutto miliardario, per i suoi continui battibecchi con la stampa!

Sicuramente Cassano non è un personaggio facile, ogni volta che dichiara qualcosa, fa discutere, però sicuramente ha il pregio di dire sempre le cose come stanno in maniera schietta, risultando alle volte, antipatico.

Se in questi prossimi anni, si dimostrerà maturo e riuscirà a esprimere appieno il suo talento calcistico e riuscirà ad essere protagonista ai prossimi europei e mondiali, potrà anche abbandonare le scene!

Tanto sia che lo faccia in maniera trionfale, sia in maniera dimessa, la maggior parte della gente lo ricorderà soprattutto per le sue "cassanate"!!!

Condividi post

Repost0
19 luglio 2011 2 19 /07 /luglio /2011 19:13

La piastra per capelli è un accessorio importantissimo per tutte le donne che non possono fare a meno di avere capelli perfettamente lisci.

La piastra viene utilizzata per allisciare i capelli sfruttando la potenza del calore che emana.

Viene utilizzata per tutti i tipi di capelli: capelli ricci, ondulati e anche lisci per mantenerli setosi.

È importante comprare una buona piastra, che abbia delle particolari caratteristiche che non rovinino il capello.

Le piastre migliori sono quelle rivestite in ceramica o in tormalina perché hanno una distribuzione più omogenea del calore, favoriscono lo scorrimento sulla capigliatura e donano più luminosità.

Negli ultimi anni sono state prodotte piastre a ioni, che rendono i capelli meno elettrici e più morbidi.

Prima di utilizzare la piastra, è necessario fare prima una buona piega con il phone; inoltre è preferibile utilizzare dei prodotti come i semi di lino o una lacca che aiutino il capello a diventare più liscio.

La piastra non va mai usata sul capello bagnato ma sempre sul capello asciutto; si parte dalle ciocche più in basso, salendo pian piano verso quelle più in alto, stando attenti a non avvicinarsi troppo al cuoio capelluto per evitare bruciature.

Ogni singola ciocca va passata massimo per tre volte.

Per una buona manutenzione, una volta terminato il lavoro, la piastra fredda va pulita con un panno inumidito e poi riposta lontano dalla polvere.

piastra per capelli

Condividi post

Repost0
11 luglio 2011 1 11 /07 /luglio /2011 18:19

Francesco Totti è sicuramente uno dei più grandi calciatori italiani. Capitano della Roma, unica squadra nella quale ha militato.

Carriera

Francesco Totti esordì in serie A il 28 marzo 1993 all'età di 16 anni.

Pian piano diventa titolare inamovibile sia in campionato, sia nelle coppe europee.

Sotto la guida dell'allenatore Zeman, Francesco conosce un periodo di maturazione mentale e fisica, assume un ruolo di maggiore responsabilità all'interno della squadra e si impossessa della maglia numero 10.

Nel 2000 Totti diventa sempre più simbolo della Roma e in quello stesso anno conquista il suo primo scudetto con la squadra giallorossa.

Grande goleador, riesce a vincere nella stagione 2006-2007 la scarpa d'oro, premio riservato al miglior marcatore europeo della stagione.

Nel 2006 vince anche la coppa del mondo con la nazionale italiana segnando un rigore decisivo nella gara di ottavi di finale contro l'Australia.

Con la Roma ha anche vinto 2 coppe italia e 2 supercoppe italiane!

Gli ultimi anni hanno visto Totti alle prese con molti infortuni, ma il capitano della Roma non ha ancora intenzione di ritirarsi dalle scene e si appresta a vivere un'ennesima stagione da protagonista.

Vita privata e curiosità

Francesco Totti non è solo un grande giocatore, ma è riconosciuto anche per aspetti che vanno al di là del mondo calcistico.

La sua vita privata è da sempre al centro del gossip, dopo il suo matrimonio con la swogirl Ilary Blasi e la nascita dei loro due figli.

Totti ha anche raccolto tutte le barzellette che circolavano sul suo nome in alcuni libri, dimostrando grande autoironia.

È ambasciatore dell'Unicef e i proventi dei suoi libri sono stati devoluti in beneficienza.

È stato testimonial di molti prodotti commerciali, o solo o in compagnia della moglia Ilary.

Appare molto spesso in TV, partecipando a molte trasmissioni, e anche in una puntata della fiction I Cesaroni.

Ci sono molte foto di Totti in circolazione, sia da calciatore, sia con la sua famiglia.

Su calcioblog.it troviamo una carrellata di foto dedicata al giocatore.

Anche sul sito ufficiale della Roma troviamo una serie di foto che vedono Totti protagonista.

Infine le foto con la famiglia si possono trovare nei più importanti giornali di gossip italiani.

francesco tottifrancesco tottifrancesco totti e ilari blasi

Condividi post

Repost0
7 giugno 2011 2 07 /06 /giugno /2011 23:31

Forse si è portati a pensare che nel calcetto la scarpa giusta non sia così importante come nel calcio a 11. In realtà anche in questo sport è necessario scegliere con cura il tipo di scarpa per avere rendimenti migliori. Parlo non da super esperta ma da giocatrice io stessa di calcetto.

Le scarpe Nike

Le scarpe Nike da calcio sono da sempre le più innovative e, a mio parere, le meglio sponsorizzate. Sia con pubblicità accattivanti ma soprattutto grazie ai testimonial di eccezione, ovvero i migliori calciatori della scena mondiale. Per non parlare della sponsorizzazione tecnica alla squadra che ha vinto di più negli ultimi anni in Europa: il Barcellona.

Bisogna capire se a tutto questo corrisponda poi l'effettiva qualità della scarpa.

Partiamo dalle NIKE TOTAL90: pelle sintetica, grande leggerezza e calzatura straordinaria, suola in gomma e tacchetti in gomma, ideali per superfici sintetiche. Prezzo intorno ai 50 euro.

Un altro modello è la scarpa NIKE MERCURIAL: pelle sintetica, struttura sagomata che si adatta alla forma del piede, garantendo quindi un ottima calzatura. Sottopiede preformato per una minore pressione dei tacchetti, ideale anche questa per superfici sintetiche. Prezzo intorno ai 50 euro.

Questi solo due esempi ma ci sono tantissimi altri modelli.

Perchè scegliere nike?

Le scarpe Nike sono più morbide e sensibili rispetto ad altre marche e garantiscono un maggior controllo di palla a chi è dotato di grande tecnica. Ti consentono una corsa regolare e ben ammortizzata; sono ottime sia per giocatori esperti sia per principianti! Hanno anche un ottimo rapporto qualità prezzo, certo non in tutti i casi perché ce ne sono alcune di più costose, ma in generale si può affermare questo.

Ora possiamo dare dei consigli ad un ragazzo che si appresta a comprare un paio di scarpe da calcetto.

La cosa più importante è la comodità, quindi non bisogna lasciarsi entusiasmare dai colori accattivanti o dalla eccessiva pubblicità della scarpa in questione.

Se poi si riesce a far conciliare entrambe le cose, ben venga!!!

Altro aspetto importante è la scelta della scarpa in base alla superficie sulla quale si intende giocare, perché ci sono delle differenze tra il giocare sull'erba o il giocare indoor e quindi parquet o altro tipo di pavimentazione.

Concludendo, possiamo dire di aver dato dei consigli utili, ma sinceramente è necessario da parte dell'acquirente testare personalmente le scarpe e poi valutarne l'effettivo valore.

scarpa nike calcetto

Condividi post

Repost0
5 giugno 2011 7 05 /06 /giugno /2011 22:37

Una città come Bari merita una squadra di calcio in serie A, anzi, merita una squadra che lotti per un posto in Europa League e invece dobbiamo accontentarci di un campionato di serie B. Ma per ottenere questo è necessaria una buona programmazione da parte della società e la scelta di uomini abili, nei vari settori di competenza. Sarebbe bene prendere spunto da altre realtà calcistiche del nostro campionato, prima fra tutte L'Udinese, società medio-piccola che è riuscita negli anni a creare un gruppo solido, che le ha permesso quest'anno di ottenere il traguardo storico dei preliminari di Champions League. E' possibile fare questo anche a Bari?

In linea teorica sarebbe possibile farlo perchè, se ci sono riusciti a Udine città di poco meno di 100.000 abitanti, o addirittura a Chievo, frazione di Verona di 4.500 abitanti, arrivata anch'essa anni fa ai preliminari di Champions League, si potrebbe riuscire anche a Bari, città di più di 300.000 abitanti e sicuramente tra le più importanti del sud. Nella pratica le cose non stanno esattamente così:

se i successi sportivi delle squadre di calcio fossero direttamente proporzionali al numero di abitanti o all'importanza della città corrispondente avremmo un cambiamento considerevole delle squadre partecipanti ai 2 maggiori campionati di calcio italiano (serie A e serie B).

Quindi i fattori per determinare il successo di una squadra sono ben altri.

Ci vuole alla base un' ottima società, attenta alla gestione finanziaria del club e che riesca a creare una buona sinergia con il direttore sportivo nonchè con l'allenatore.

Ci vuole un grande investimento nel settore giovanile, perchè è da lì che usciranno i campioni di domani e se una società può contare su talenti creati in casa non deve spendere per comprarli da altre società.

Detto questo resta da capire se una cosa del genere sarà mai possibile averla a Bari.

Se ci sarà l'intenzione di investire seriamente in un progetto a lunga scadenza, che preveda quindi un repentino ritorno in serie A e poi una programmazione che veda quantomeno il Bari protagonista del maggiore campionato italiano, ci saranno le basi per avere una situazione simile a quella di Udine o Chievo.

Altrimenti a noi tifosi non resterà che accontentarci di anni nel purgatorio della serie B, sperando sempre che non si retroceda ancora.

E sarebbe un peccato per questa città e per i suoi abitanti.

stadio san nicola bari

Condividi post

Repost0